Audrey Hepburn, Shirley MacLaine, Veronica Cartwright in “Quelle Due” (The Children’s Hour, 1961 )

Audrey Hepburn, Shirley MacLaine, Veronica Cartwright in “Quelle Due” (The Children’s Hour, 1961 )

Team Editorial Services


Audrey Hepburn, Shirley MacLaine, Veronica Cartwright in “Quelle Due” (The Children’s Hour ) (direction: William Wyler, screenplay: Lilian Hellman, photography: Franz Planer, Usa, 1961)

Black and white photographic gelatin silver print on baryta paper hand-colored, cm. 18 x 24,  Team Editorial Services, ca 1970s, Rome, Italy.

Stampa originale alla gelatina ai sali d’argento su carta baritata, colorata a mano, cm. 18 x 24, Team Editorial Services, ca 1970s, Roma.

Categorie: , ,
Soggetto: , , ,
Decade:
Collezione:

Per conoscere disponibilità e prezzi delle opere, o altre informazioni non specificate (formati e tecniche di stampa, stato di conservazione) e per qualsiasi altra domanda, scriveteci a shop@stsenzatitolo.it

Original Title:The Children’s Hour
Director:William Wyler
Writer:Lillian Hellman, John Michael Hayes
Starring: Audrey Hepburn, Shirley MacLaine, James Garner, Miriam Hopkins, Fay Bainter
Studio:The Mirisch Corporation
Genre:Dramma
Tags: Lesbian Relationship, Lgbt
Summary: Karen (Audrey Hepburn) e Martha (Shirley MacLaine) sono due insegnanti che dirigono una scuola privata femminile. La vita scorre tranquilla per le due amiche. La scuola va molto bene e Karen prepara le nozze con il suo promesso sposo Joe (James Garner), il dottore locale. La loro vita viene, però, distrutta quando una loro studentessa, dopo essere stata punita, mette in giro la voce che il rapporto delle due amiche sia più profondo di quel che possa sembrare. Immediatamente il paese si rivolta contro le due insegnanti, accusate di omosessualità. I genitori ritirano le loro figlie dalla scuola e Joe viene licenziato dall’ospedale per aver preso le difese delle due donne. Quando la giovane studentessa che le aveva accusate confessa di essersi inventata tutto, la città cerca di riparare al torto, ma è troppo tardi. Scossa e stravolta dalle vicende, Martha, dopo aver confessato a Karen di essere stata da sempre effettivamente innamorata di lei, si toglie la vita.


La collezione POP (Pieces of Paper) SHOW è stata esposta per la prima volta nel 2008 da s.t., durante la III Edizione del Festival Internazionale del Film di Roma.
Il progetto nasce dal ritrovamento di un insolito archivio di immagini sul cinema del passato: una collezione di migliaia di stampe fotografiche in bianco e nero destinate a illustrare la programmazione televisiva dei film sulla stampa periodica del secolo scorso, e a tale scopo ricolorate a mano.
Per valorizzare il passaggio di un film sul piccolo schermo, i rotocalchi specializzati dell’epoca (come il Radiocorriere TV) avevano scelto di puntare sulle immagini a colori: anche se i film erano in bianco e nero e anche se la TV italiana trasmetteva comunque ancora solo in bianco e nero.
Un’agenzia fotografica, la Team Editorial Services, provvedeva dunque alla ricerca delle immagini necessarie, che venivano spesso rifotografate, stampate in bianco e nero e poi colorate a mano, con matite a cera o pastelli all’anilina.
Il risultato è la produzione su scala seriale di una moltitudine di opere su carta anonime quanto uniche.