Valentina Vannicola | L’Inferno di Dante


MACRO Testaccio, Roma
22 settembre – 23 ottobre 2011

FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma, X edizione, Motherland

MACRO Testaccio 22 settembre – 23 ottobre 2011
tutti i giorni dalle 16:00 alle 24:00 escluso il lunedì

Con un lavoro fotografico dal carattere fortemente ludico e visionario Valentina Vannicola “mette in scena” alcuni famosi episodi dei capolavori della letteratura universale. L’ultima narrazione con cui si misura l’artista  è tra i massimi capolavori della narrativa di tutti i tempi: ‘L’inferno’ di Dante.

Attraverso una sequenza formata da 15 scatti (90×60) Valentina Vannicola coglie la sfida di interpretare visivamente le narrazioni su cui altri artisti prima di lei, dagli illustratori contemporanei di libri per bambini ai pittori ottocenteschi – si pensi alle tele monocrome di Henry Daumier dedicate al cavaliere della Mancha o alle incisioni di Gustave Doré sempre sul Chischotte e su ‘L’Inferno’ dantesco o ai magnifici disegni di Botticelli sempre sull’Inferno – si sono cimentati.
La ripresa fotografica è l’ultimo e decisivo momento di un lavoro di regia di grande inventiva e originalità, di cui Valentina Vannicola segue minuziosamente tutti gli aspetti, dai costumi alle scenografie fino agli scatti finali, grazie soprattutto alla generosa partecipazione degli ‘attori’, gli abitanti del paese natale dell’artista nella Maremma laziale, i protagonisti di ogni sua storia. Tutte le fotografie hanno come sfondo il paesaggio collinoso e brullo della Maremma laziale: qui viene composto il sandwich di coloratissimi materassi in cui la spocchiosa regina della fiaba di Andersen ha nascosto il pisello che rende insonne la modesta principessa; e qui sfilano Don Chisciotte, col suo ronzino, e Sancio Panza.


#5 Canto V, secondo cerchio – lussuriosi

La regia sapiente di tutte le fasi di elaborazione e produzione fino all’immagine finale, realizzata nella maggior parte dei casi con una Hasselblad 6×6; l’ironia e la visionarietà dello sguardo con cui l’artista si avvicina alle grandi narrazioni – siano esse fiabe o pietre miliari della tradizione poetica – e le risolve con inventiva e creatività, ed infine la maestria compositiva di ogni singola immagine rendono il lavoro di questa giovane fotografa radicalmente originale ed inventivo, estremamente personale e universale al tempo stesso.

Volume

Il Libro Valentina Vannicola. L’inferno di Dante è edito da Postcart (www.postcart.com), curato da Benedetta Cestelli Guidi con uno scritto di Niccolò Ammaniti

Biografia
Nata nel 1982 Valentina Vannicola si è laureata in filmologia presso l’Università la Sapienza di Roma; successivamente si è diplomata alla Scuola Romana di Fotografia. La sua prima mostra personale, dal titolo ‘Su(l)reale’ e curata da Nathalie Santini (7min photography) si è tenuto con gran successo presso s.t. foto galleria libreria di Roma (dicembre-febbraio 2009-2010) Nell’ottobre 2010 ha vinto il secondo premio per il miglior portfolio fotografico al Festival Fotoleggendo.
Nel 2011 L’Inferno di Dante è stato esposto assieme ad Escape ed a La Principessa sul Pisello nella mostra Valentina Vannicola. Tra letteratura e fotografia, a cura di Anna Cestelli Guidi, all’interno di  ‘Libri Come. Festa del Libro e della Lettura’, Auditorium Parco della Musica Roma. L’Inferno di Dante è attualmente esposto a Fotografia. Festival Internazionale di Roma (www.fotografiafestival.it/); il lavoro La Principessa sul Pisello è in mostra da Wunderkammern fino al 7 novembre 2011 (www.wunderkammenrn.net/)

 

application/vnd.openxmlformats-officedocument.wordprocessingml.document iconCSVannicola.docx

     mostre



  , , ,