Guido Guidi

Guido Guidi (1941) vive e lavora a Cesena. Dal 1959 è a Venezia dove studia prima Architettura allo IUAV e successivamente Disegno industriale, seguendo tra gli altri i corsi di Luigi Veronesi e Italo Zannier. Dalla fine degli anni Sessanta realizza importanti ricerche personali, indagando il paesaggio e le sue trasformazioni e sperimentando al contempo il linguaggio fotografico. A partire dagli anni ottanta partecipa a numerosi progetti di documentazione del territorio come l’indagine sulla città diffusa tra Venezia, Padova e Treviso, promossa dallo IUAV nel 1982, “Viaggio in Italia” (1983) ed “Esplorazioni sulla via Emilia. Vedute nel paesaggio” (1986), “Archivio dello Spazio” della Provincia di Milano (1991), l’indagine sull’edilizia pubblica dell’Ina-Casa (1999), “Atlante Italiano 003” (DARC, 2003). In ambito prettamente architettonico realizza ricerche e pubblicazioni sulle opere di Le Corbusier (Einaudi, 2003), Carlo Scarpa e Ludwig Mies van der Rohe (Canadian Centre for Architecture, 1999 e 2001).
Alla professione di fotografo affianca da anni attività di didattica e promozione della fotografia: nel 1989 avvia a Rubiera, con Paolo Costantini e William Guerrieri, Linea di Confine per la Fotografia Contemporanea. Dallo stesso anno è docente di Fotografia all’Accademia di Belle Arti di Ravenna e dal 2001 insegna presso lo IUAV di Venezia.
Le sue opere sono state esposte in istituzioni italiane e internazionali – tra le quali il Fotomuseum di Winterthur, il Guggenheim e il Whitney Museum di New York, il Centre Georges Pompidou di Parigi, La Biennale di Venezia – e sono state oggetto di numerose pubblicazioni, tra cui: Among his many books and catalogs, Guido Guidi (Musei Comunali, Rimini, 1983); Lo spazio della quiete (Modena, 1983); Rubiera (Linea di Confine, Laboratorio di Fotografia 1, Rubiera, 1990); Rimini Nord (Musei Comunali, Rimini, 1991); Varianti (Art&, Udine, 1995); Guido Guidi. Sequenze di paesaggi urbani. Un itinerario tra quartieri InaCasa (Istituto Universitario di Architettura di Venezia, Venezia – Linea di Confine, Rubiera, 1999); SS9. Itinerari lungo la via Emilia (Istituto Universitario di Architettura di Venezia, Venezia – Linea di Confine, Rubiera, 2000); Looking on (Linea di Confine, Rubiera, 2002); Nice to see you (Linea di Confine, Rubiera, 2002); Strada ovest 04.02 (Linea di Confine, Rubiera 2002); Atri 05.03 (Linea di Confine, Rubiera, 2003); In Between Cities (Electa, 2003); 19692004 (San Fedele Arte, 2004); Guido Guidi. PK TAV 139+500 (Linea di Confine, Rubiera 2006); Bunker. Along the atlantic wall (Electa, Milano 2006); Guido Guidi/Vitaliano Trevisan, Vol. I (Electa, Milano, 2006); Fiume (Fantombooks, Milano, 2010): A new map of Italy of Guido Guidi (Loosestrife editions, Washington, 2011), Carlo Scarpa’s Tomba Brion (Hatje Cantz, Ostfildern, 2011); Mariangela Gualtieri/Guido Guidi, A Seneghe (perda Sonadora Imprentas, Seneghe, 2012); La figura dell’Orante (Edizioni del Bradipo, Lugo, 2012).
Il 24 marzo 2013 ha ricevuto il Pixsea Award, premio assegnato nell’ambito del Photofestival Knokke-Heist.

guido-guidi


Share this post